VENGO ANCH’IO? NO TU NO!

VENGO ANCH’IO? NO TU NO!

Primarie PD: Esplode la rabbia dei sindaci esclusi. Russo – Frattamaggiore – : Il mio disappunto è molto forte. Siamo stati portatori di voti alle primarie ma è stato tutto inutile.

Francesco_Russo_PD_no_Parlamento

 

Frattamaggiore – Amareggiati per non aver ottenuto la deroga per la loro partecipazione alle primarie, i sindaci campani sono stati convocati per un incontro chiarificatore presso la sede nazionale del Partito alle 12,30 di Venerdì 4 Gennaio . Tra questi anche il sindaco di Frattamaggiore Francesco Russo che con grande dispiacere dichiara di essere andato presso la sede nazionale del partito per avere maggiori delucidazioni. “A seguito di un ben delineato progetto politico in accordo con gli altri sindaci del PD dell’area a  nord di Napoli, tra cui Carlo Esposito sindaco di Crispano, Giuseppe Cirillo  sindaco di Cardito e Salvatore Sannino sindaco di Casavatore; il 19 dicembre scorso presentai la deroga per la mia candidatura. Dopo soli due giorni fu respinta. Con la mia – prosegue il primo cittadino –  è stata respinta anche quella di altri sindaci campani ragion per cui abbiano chiesto un incontro per avere maggiori delucidazioni”. La loro esclusione deriva dal fatto di essere “colpevoli” di amministrare comunità superiori ai 5mila abitanti. Questa la motivazione ufficiale.

L’incontro si è svolto con un nulla di fatto e considerata anche la latitanza del segretario regionale Amendola, i sindaci esclusi hanno deciso di abbondare la sede e di tenere nei confronti del PD la medesima considerazione ricevuta. “Non siamo stati tutelati dal segretario Amendola – aggiunge Russo – il mio disappunto è molto forte. Noi Sindaci siamo stati portatori di un alto numero di consensi alle primarie, ma siamo stati esclusi senza ricevere una giusta motivazione. Sono molto rammaricato per questa situazione” conclude il sindaco di Frattamaggiore Francesco Russo. Soluzione alternativa alla deroga sarebbe stata quella delle dimissioni anticipate da primo cittadino di Frattamaggiore. Stesso escamotage utilizzato dall’ormai ex sindaco di Portici Enzo Cuomo dimessosi nell’Ottobre del 2012.  Cosi come il sindaco di Frattamaggiore anche altri sindaci democratici campani che hanno deciso di non abbandonare anticipatamente i propri cittadini non  hanno ottenuto la deroga. Tra questi:  il sindaco San Sebastiano al Vesuvio Giuseppe Capasso, di Ischia  Giosi Ferrandino, di Sassano Tommaso Pellegrino, di Giffoni Vallepiana Paolo Russomando,  di Piedimonte Matese Vincenzo Cappello, di Lioni Rodolfo Salzarulo, e di Macerata Campana Luigi Munno. Tutti hanno sottoscritto un comunicato nel quale esprimono il loro disappunto sia per la scelta fatta dai capi del partito, sia per le motivazioni a loro date. Inoltre rivolgono un appello a tutti i Sindaci campani affinché si apra una profonda fase di riflessione sull’accaduto in vista dei prossimi appuntamenti elettorali.

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento