Napoli, agenti di polizia aggrediti dalla folla. Arrestate altre due donne

Napoli, agenti di polizia aggrediti dalla folla. Arrestate altre due donne

Stavano arrestando due rapinatori. Due agenti della questura di Napoli sono stati presi a sassate da parenti ed amici degli arrestati.

Dopo 4 giorni di indagini  gli agenti della Squadra Mobile sezione Antirapina hanno arrestato la 25enne Mena Squillante e la 31enne  Addolorata Spagnuolo.  Le due donne durante la violenta azione contro la polizia scatenatasi a seguito di un arresto per furto, nella confusione sebbene identificate erano riuscite a dileguarsi. Stamani però a seguito di richiesta formulata dalla Procura della Repubblica di Napoli sono state raggiunte  da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. La vicenda non si è ancora conclusa perchè le indagini  proseguono per identificare tutti gli autori della violenta azione contro i poliziotti.

Articolo precedente:

auto-polizia_homeNapoli – Arrestano due giovani per furto, agenti aggrediti. E’ successo a Napoli in via Cornigliano all’altezza delle rampe di Vico Paradiso alla Salute dove gli agenti hanno notato tre giovani, a loro già conosciuti a causa dei loro trascorsi criminali, in sella a due motocicli. Alla vista degli agenti, i tre sono scappati, ma mentre uno di loro è riuscito a guadagnare la fuga, gli altri due Giuseppe Squillante e Vincenzo Grosso, sono stati bloccati dai poliziotti. Appena il tempo di contattare la centrale operativa della Questura, che gli agenti sono stati circondati da una trentina di persone che, con atteggiamento minaccioso, urlando a gran voce; si sono scagliati contro di loro intimando di liberare gli arrestati. Dopo pochi istanti sono arrivate sul posto altre pattuglie della polizia, ma nonostante tutto, i sovversivi hanno iniziato a lanciare pietre e altri oggetti all’indirizzo dei poliziotti, mentre Giuseppe Paternoster, anche lui presente per inveire contro gli agenti; ha addirittura aperto la porta della volante nella quale erano stati fatti salire i fermati. A contribuire ad aizzare la folla contro i poliziotti, è stato anche Giovanni Squillante, padre di Giuseppe, il quale per difendere il figlio non ci ha pensato su due volte a spintonare gli agenti. A qual punto agli agenti non è rimasto atro che trarre in arresto anche Giovanni Squillante e Giuseppe Paternoster. Tradotti tutti in questura glia agenti hanno appurato che uno dei ciclomotori in possesso dei giovani era stato derubato qualche ora prima a piazza Vanvitelli a Napoli. Giuseppe Squillante e Vincenzo Grosso sono stati accusati di furto aggravato di motociclo, mentre Giovanni  Squillante e Giuseppe Paternoster sono stati accusati di  violenza, resistenza, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. Per tutti è quattro si sono spalancate le porte del carcere di Poggioreale.

Giovanna Scarano

Giovanni Squillante
Giovanni Squillante
Giuseppe Paternoster
Giuseppe Paternoster
Vincenzo Grosso
Vincenzo Grosso
Giuseppe Squillante
Giuseppe Squillante

Lascia il tuo commento