Casoria, assalto al portavalori. Ecco la banda

Casoria, assalto al portavalori. Ecco la banda

I sei criminali notati dalle forze dell’ordine poco prima dell’assalto al portavalori erano in possesso di pistole,  indossavano cappellini con visiera e viaggiavano su mezzi rubati. Bloccati ed arrestati poco prima che entrassero in azione.

Antimo Grazioso
Antimo Grazioso
Antonio Cacace
Antonio Cacace
Antonio Falco
Antonio Falco
Antonio Vitale
Antonio Vitale
Pasquale Vitale
Pasquale Vitale
Andrea Russo
Andrea Russo

Casoria – Erano le 8:30 quando i poliziotti della sezione antirapina in servizio di prevenzione lungo l’Asse Mediano hanno notato in via Fermi a Cardito sei persone mentre discutevano vicino a due autovetture ed un furgone in sosta. Gli agenti si sono subito insospettiti in quanto i sei indossavano cappellini con visiera, giubbotti e tute di colore blu, ma soprattutto avevano tutti guanti da lavoro in gomma. Tra di essi i poliziotti hanno riconosciuto alcuni pregiudicati e tra questi il più pericoloso, Andrea Russo detto “O’ Pataffio”, noto per aver scontato una lunghissima pena detentiva per un omicidio risalente a quando era un giovane killer dell’allora N.C.O. A questo punto gli agenti senza farsi notare hanno fatto accertamenti sui mezzi in sosta scoprendo che le due autovetture erano state rubate e il furgone addirittura rapinato. Proprio in questo frangente di tempo i sei sono saliti a bordo dei mezzi e a tutta velocità si sono diretti verso Casoria uscendo poi all’altezza della SS Sannitica.

A questo punto i poliziotti, che nel frattempo avevano chiesto dei rinforzi, visto che la banda si dirigeva verso il centro abitato di Casoria hanno deciso di intervenire per proteggere l’incolumità dei cittadini. Pochi secondi dopo l’intervento della polizia in via Aldo Moro, è transitato un furgone blindato che di lì a poco avrebbe scaricato plichi contenenti denaro contante presso alcuni istituti bancari della zona. I sei malviventi accusati, in concorso tra loro, di porto e detenzione illegale di armi clandestine e relativo munizionamento, ricettazione delle stesse e ricettazione di due autovetture rubate ed un furgone rapinato sono stati tutti arrestati e condotti presso il carcere di Poggioreale.

Si tratta di Andrea Russo, 50enne di Caivano e pregiudicato per omicidio doloso ed associazione per delinquere, Antimo Grazioso, pregiudicato 48enne anch’egli di Caivano, Antonio Vitale, pregiudicato 43enne di Cardito, Pasquale Vitale pregiudicato 42enne di Caivano, Antonio Cacace pregiudicato 39enne di Afragola ed infine Antonio Falco, pregiudicato 29enne di Caivano. Tranne Russo, sono tutti gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio

Francesca Del Prete

 

 

Leggi l’articolo precedente

Lascia il tuo commento