Casavatore, cappella votiva sequestrata ai “girati”

Casavatore,  cappella votiva sequestrata ai “girati”

20130507_143321Casavatore –  Una cappella votiva, con all’interno una statua di Padre Pio di circa due metri  costruita nel rione popolare in via Gian Battissta Vico è stata posta sotto sequestro dai carabinieri della locale stazione. Dai primi accertamenti dei militari è emerso che il manufatto era stato fatto realizzare prima del 2003 dal padre di un personaggio di spicco della criminalità organizzata. Un tributo al santo, eretto dal papà  -morto per cause naturali nel 2003- di Ernesto Ferone, 45 anni, attualmente detenuto, ritenuto capo dell’omonimo gruppo criminale operante a Casavatore ed elemento di spicco del gruppo camorristico dei cosiddetti “girati” della Vanella Grassi operante a Secondigliano e zone limitrofe. La cappella si trovava in quella che fino a Gennaio era una fiorente piazza di spaccio che i militari però hanno debellato  con numerosi servizi ad “alto impatto”. Nel corso dell’operazione è stata sequestrata anche un’altra cappella votiva questa volta però fatta erigere in onore della Madonna dell’Arco. Nei giorni scorsi altre cappelle votive sono state sequestrate dai carabinieri a Caivano. Cappelle presumibilmente fatte realizzare come “ex voto” da pregiudicati che erano riusciti a scampare ad agguati.

Francesca Del Prete

Guarda le foto delle cappelle sequestrate

 

One thought on “Casavatore, cappella votiva sequestrata ai “girati”

Lascia il tuo commento