Sostituiscono i “colleghi” arrestati. Dopo solo due settimane altre due sentinelle della droga finiscono in manette.

Sostituiscono i “colleghi” arrestati. Dopo solo due settimane altre due sentinelle della droga finiscono in manette.

scampiaNapoli – A seguito di mirate indagini, lo scorso 2 maggio  gli agenti del commissariato di Scampia hanno tratto in arresto Oreste Di franco di 26 anni e Nicola Riccio di 53 anni già noti alle forze dell’ordine, colpiti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Napoli  in quanto ritenuti responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini avevano consentito, anche con l’ ausilio di riprese video, di appurare che i due attendevano nel cortile di un isolato del rione “Don Guanella” l’arrivo degli acquirenti a cui cedevano sostanza stupefacente del tipo cocaina. Dopo gli arresti, “ i gestori della piazza di spaccio” non si sono persi d’animo ed hanno tentato di riprendere l’attività illecita, ma il loro tentativo è stato stroncato sul nascere con l’arresto avvenuto ieri sera Francesco Torino di 44 anni e Raffaele  Giuliano  di 25 anni, entrambi pregiudicati. In particolare i due non attendevano più gli spacciatori nel cortile per il timore di essere ripresi,  ma nell’androne di un edificio mentre lo stupefacente era custodito nell’abitazione di Francesco Torino. Il loro nuovo modus operandi non è sfuggito agli uomini del Commissariato di Polizia di Scampia,  che dopo mirati servizi di appostamento sono intervenuti ed hanno arrestato i due nonostante il tentativo da parte di Torino, di disfarsi di 22 dosi di cocaina lanciandola dal balcone della propria abitazione. Nel corso dell’operazione gli agenti hanno anche sequestrato il denaro ritenuto provento dell’illecita attività, e dopo aver espletato le formalità di rito per Torino e Giuliano si sono spalancate le porte del carcere di Poggioreale. 

Francesca Del Prete

Lascia il tuo commento