Estorsioni ad imprenditori Arrestati affiliati al clan Gallo – Cavalieri

Estorsioni ad imprenditori Arrestati affiliati al clan Gallo – Cavalieri

Avevano appena ritirato la somma di 800 euro da un imprenditore edile di Torre Annunziata. Agenti in borghese  infiltrati nel cantiere li hanno sorpresi, e dopo un concitato inseguimento ed una colluttazione hanno tratto in arresto i due estorsori. 

Giovanni Oliva
Giovanni Oliva
Antonio Villani
Antonio Villani

Torre Annunziata – Sorpresi mentre intascavano una busta gialla, inseguiti sono stati tratti in arresto Antonio Villani 34enne e Giovanni Oliva 26enne, entrambi pregiudicati del posto. Entrambi sono ritenuti responsabili in concorso, del reato di estorsione continuata ed aggravata dal metodo mafioso ai danni di un imprenditore di Torre Annunziata; mentre Villani è anche accusato di aver violato le prescrizioni impostegli dalla misura della sorveglianza speciale cui era stato sottoposto. Le indagini sono state condotte dagli agenti de commissariato di Torre Annunziata i quali da tempo sospettavano che i due giovani malviventi, considerati affiliati all’organizzazione camorristica Gallo/Cavalieri, estorcevano denaro ai commercianti della città oplontina. Un accuratissimo servizio di osservazione presso un cantiere edile ha pertanto dato ai poliziotti, la possibilità di trovare riscontro a quanto sospettato. Infiltrati, all’interno del cantiere in abiti borghesi ed all’insaputa dello stesso imprenditore, dopo diversi giorni di attesa; nel pomeriggio di oggi hanno visto i due arrivare in sella ad uno scooter e cercare prima il titolare per poi farsi consegnare da quest’ultimo una busta gialla.  Certi di aver assistito all’epilogo di un’attività estorsiva, i poliziotti sono intervenuti senza esitazioni. Dopo un rocambolesco inseguimento attraverso vicoli e vicoletti, e dopo una vera e propria colluttazione; gli agenti sono infine riusciti a bloccare ed arrestare i due giovani sospetti estorsori. Dopo aver recuperato il contenuto della busta gialla, 800 euro ritenuto essere frutto della richiesta estorsiva; ed averlo restituito all’imprenditore, gli agenti hanno condotto Antonio Villani e Giovanni Oliva preso la casa circondariale di Secondigliano.

                                                                                                 Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento