La Benemerita compie 199 anni. Cerimonia alla caserma Salvo d’Acquisto

La Benemerita compie 199 anni. Cerimonia alla caserma Salvo d’Acquisto

Nella caserma “Salvo d’Acquisto” di Napoli il comando interregionale “Ogaden” ha organizzato la cerimonia per i festeggiamenti del 199° anniversario della fondazione della Benemerita. Encomio solenne al maresciallo Domenico Tromebetta, rimasto ferito nella tragica rapina di Maddaloni e premiato il Comandante della stazione di Frattamaggiore, maresciallo Antonio Femiano

05.06.2013 - festa dell'arma 2Napoli – Ha avuto luogo oggi nella caserma “Salvo d’Acquisto la celebrazione del 199° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri. La manifestazione è stata organizzata dal Comando Interregionale “Ogaden”. La cerimonia militare nel rispetto delle direttive ministeriali, finalizzate al contenimento della spesa pubblica quest’anno ha avuto carattere prettamente interno, alla presenza di rappresentanze dell’A.N.C. (Associazione Nazionale Carabinieri) e dell’O.N.A.O.M.A.C. (Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari dell’Arma dei Carabinieri), nonché dei familiari delle Vittime del Dovere. Prima dell’inizio della cerimonia, il Comandante Interregionale “Ogaden”, Generale di Corpo d’Armata Maurizio Gualdi, con competenza sulle Legioni Carabinieri Campania, Puglia, Abruzzo, Basilicata e Molise, accompagnato dal  Comandante della Legione Campania, Gen. Adinolfi, e dall’Ispettore Regionale dell’A.N.C., Gen. Cagnazzo, ha reso gli onori al Sacrario ai Caduti deponendo una corona d’alloro sulle note della “Marcia del Piave” intonate dalla Fanfara del 10° Battaglione Carabinieri “Campania”. La Cerimonia ha avuto inizio con la lettura del Messaggio del Presidente della Repubblica e dell’Ordine del Giorno del Comandante Generale dell’Arma. Successivamente, il Generale Gualdi ha commemorato l’evento soffermandosi sull’importanza della figura del Carabiniere, nello scenario di profonda simbiosi che da quasi due secoli lega l’Arma alla gente. Il Generale ha poi ricordato l’imprescindibile ruolo delle stazioni carabinieri e l’apprezzata funzione del Carabiniere di quartiere, segnalando i significativi risultati conseguiti sia nell’attività di contrasto alla criminalità organizzata e comune, che nei servizi di prevenzione e prossimità alla popolazione. Ha, infine, evidenziato le innovative iniziative tese a contrarre le energie impegnate in attività burocratiche a favore di una sempre maggiore proiezione sul territorio. Successivamente ha avuto luogo la consegna, da parte del Comandante Interregionale “Ogaden”, delle seguenti onorificenze e ricompense concesse ai Carabinieri distintisi in significative operazioni di servizio:

–        Medaglia d’Argento al Valor Civile ad un militare di questo capoluogo, per aver tratto in salvo una donna rimasta bloccata al secondo piano di un edificio interessato dal cedimento parziale delle strutture portanti, pochi istanti prima del crollo dello stabile;
–        Medaglia d’Argento al Valor Civile ad un militare di questo capoluogo, per aver tratto in salvo un uomo che, con intento suicida, si era gettato in un dirupo, riuscendo a sostenerlo fino all’arrivo dei soccorritori;
–        Medaglia di Bronzo al Merito Civile a tre militari di questo capoluogo, per aver tratto in salvo un giovane rimasto bloccato, privo di sensi, all’interno di un edificio interessato da un violento incendio e saturo di fumo;
–        Medaglia d’Argento al Valore dell’Arma dei Carabinieri a tre militari, all’epoca tutti effettivi alla Stazione Carabinieri di Grazzanise (CE), che, intervenuti in un edificio dal quale un folle minacciava i passanti esplodendo colpi d’arma da fuoco, riuscivano a bloccarlo e
disarmarlo;
–        Medaglia d’Argento al Valore dell’Arma dei Carabinieri ad un  militare, effettivo alla Stazione Carabinieri di Marconia (MT), che, libero dal servizio, non esitava ad affrontare due rapinatori armati, costringendoli, dopo violenta colluttazione, a desistere dal proposito criminoso e a darsi alla fuga, fornendo altresì determinante contributo al successivo arresto dei malfattori;
–        Medaglia di Bronzo al Valore dell’Arma dei Carabinieri ad un militare, effettivo alla Stazione Carabinieri di Grazzanise (CE), intervenuto in un edificio dal quale un folle armato di pistola minacciava i passanti esplodendo colpi d’arma da fuoco;
–        Encomio Solenne del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, conferito, quale prima attestazione di merito, ad un militare effettivo al  Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Maddaloni (CE), che, unitamente ad un commilitone, deceduto  a seguito di conflitto a fuoco, affrontava tre malfattori armati di pistola durante una rapina ad una gioielleria e, dopo aver messo al riparo la commessa dell’esercizio, veniva fatto segno di proditoria azione di fuoco, cui replicava efficacemente con l’arma in dotazione;
–        Encomio Solenne del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, conferito, quale prima attestazione di merito, a 4 militari effettivi alla Compagnia Carabinieri di Manduria (TA) che, intervenuti in ausilio di un commilitone fatto segno a proditoria azione di fuoco da parte di un
pericoloso latitante, costringevano alla resa il malfattore armato, traendolo in arresto unitamente ad un correo;
–        Encomio Solenne del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, concesso a 9 militari del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di  Torre Annunziata (NA) che, evidenziando elevatissime capacità professionali, sviluppavano complessa attività investigativa nei confronti di un’organizzazione criminale responsabile di traffico internazionale di sostanze stupefacenti,
che si concludeva con l’esecuzione di complessivi 116 provvedimenti restrittivi e con il sequestro di armi, droga e beni per un valore complessivo di 9 milioni di euro;
–        Encomio Solenne del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, concesso a 5 militari effettivi alla Stazione Carabinieri di Grazzanise (CE), per aver tratto in salvo una giovane donna in coma vegetativo, vincolata in modo permanente a macchinari elettronici dotati di autonomia  limitata, all’interno di locali invasi dal fumo e dalle fiamme;
–        Encomio Semplice del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden” concesso a 6 militari del Comando Provinciale di Caserta che, evidenziando spiccate capacità professionali, sviluppavano complessa e prolungata indagine nei confronti di organizzazione criminale responsabile, fra l’altro, di omicidio ed estorsioni, che si concludeva con l’arresto di 8 persone;
–        Encomio Semplice del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”  concesso a 7 militari del Comando Provinciale di Caserta che, evidenziando spiccate capacità professionali, sviluppavano complessa indagine che si concludeva con l’arresto del reggente e di 3 affiliati di un agguerrito sodalizio camorristico dedito alle estorsioni. Infine, per la meritoria attività svolta nel servizio d’istituto è stato conferito il Premio Annuale ai seguenti Comandanti di Stazione:
–        Lgt. Francesco SPINELLI, Comandante Stazione Carabinieri di Conversano (BA);
–        Lgt. Evaldo RENZETTI, Comandante Stazione Carabinieri di Chieti Principale (CH);
–        Mar.A.s.UPS Antonio FEMIANO, Comandante Stazione Carabinieri di Frattamaggiore (NA);
–        Mar.A.s.UPS Angelo CAMPO, Comandante Stazione Carabinieri di Irsina (MT).

La Cerimonia si è conclusa con la resa degli onori al Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”.

Redazione

 

 

Lascia il tuo commento