Lo sporco week-end grumese

Lo sporco week-end grumese

sporco_weekend_grumeseGrumo Nevano (NA) – In tempi non sospetti i cittadini grumesi furono i primi a cimentarsi con la raccolta differenziata, questo “strano” modo di suddividere i rifiuti ma efficace. Ebbene per anni, le varie amministrazioni che si sono succedute,  ed i grumesi; si sono vantati di essere ricicloni, di avere strade pulite e di essere civili. Quest’idea sembra del tutto superata e abbandonata, poichè camminando per le strade grumesi, tra sabato sera e  domenica mattina, ci si imbatte in cumuli di rifiuti abbandonati ai lati dei molok o delle campane del vetro. Eppure tutti ormai sanno che l’ultimo giorno di raccolta è il sabato mattina, quando la ditta ritira secco indifferenziato e carta. Poi il lunedì si riprende con l’umido. Ebbene il sabato sera, in tarda serata ci si aspetta di non trovare sacchetti in strada, o quanto meno  di trovarne pochissimi lasciati dal distratto di turno. Invece non è così. C’è di tutto, sacchetti contenenti umido, carta, plastica e addirittura pezzi di ricambio di lavatrici. Un vero scempio che non può non far pensare che i veri incivili sono solo ed esclusivamente i cittadini grumesi e non. Molte volte infatti capita di vedere anche automobilisti, forse di passaggio, lanciare sacchetti dalle auto. I rifiuti ingombranti no. Quelli sono grumesi; di grumesi incivili. Ormai questa situazione va avanti già da molto e ci chiediamo perchè l’amministrazione comunale non si decide ad apporre delle telecamere laddove è solito trovare delle piccole discariche? Ormai non occorre più “la zingara per indovinare” quali sono i punti sensibili. Sono sotto gli occhi di tutti da mesi; amministratori compresi. Per dare loro una mano indichiamo i punti fotografati nella sera di sabato e nella mattinata di domenica ( cosi come documentano le foto ); Viale Rimembranza, Via Turati, Via Meucci, Via Quattro Novembre, Corso Garibaldi ( antistante scuola elementare), Rione Icesnei, Via San Domenico. Quello di posizionare le telecamere, è un gesto dovuto soprattutto verso tutti i grumesi che s’impegnano quotidianamente ad effettuare la raccolta differenziata con impegno e serietà, pagando profumatamente la Tari ma che vengono continuamente beffati da chi invece con inciviltà non rispetta le regole.  E’ auspicabile quindi che al più presto l’amministrazione di concerto con la ditta che raccoglie i rifiuti ponga la questione sul tavolo delle decisioni. Quelle importanti. 

Giovanna Scarano

Guarda le foto dello scempio

Lascia il tuo commento