Frattamaggiore, movida sicura. Sfugge all’alt dei carabinieri e sfreccia con lo scooter tra la gente

Frattamaggiore, movida sicura. Sfugge all’alt dei carabinieri e sfreccia con lo scooter tra la gente

Frattamaggiore (NA) – Dopo gli insulti della scorsa settimana agli uomini dell’Arma impegnati nel controllo del territorio, anche questo fine settimana frattese si è caratterizzato per inutili ed ingiustificati segni di inciviltà. Per garantire una movida sicura, visti i ripetuti e spiacevoli episodi di rapine verificatisi negli ultimi mesi ai danni sopratutto dei più giovani; anche in questo fine settimana i carabinieri della locale stazione guidati dal maresciallo Marcello Montinaro e coordinati dal capitano della compagnia di Giugliano, Antonio De Lise; hanno presidiato il luoghi maggiormente frequentati dai ragazzi. Nel corso di un posto di controllo a via Roma, i carabinieri hanno intimato l’alt al conducente di un ciclomotore Beverly, che dal canto suo invece di fermarsi e sottoporsi al controllo, ha accelerato ed è scappato via sfrecciando tra la gente sul marciapiede. I militari, con molta attenzione e cercando di evitare tragiche conseguenze, hanno rincorso il giovane, la cui corsa si è arrestata dopo pochi metri cadendo a terra. A quel punto, essendosi oltresì anche rifiutato di sottoporsi all’alcol test, A. T. 32enne incensurato di Frattamaggiore è stato deferito in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di sottoporsi all’alcoltest. Nel corso della serata sono state inoltre segnalate all’autorità giudiziaria tre persone come assuntori di sostanze stupefacenti. Gli accertamenti degli uomini della Benemerita, oltre al comune di Frattamaggiore si sono estesi anche a Sant’Antimo, nei pressi del locale “Joia” sito a Corso Europa dove sono state sanzionate quattro persone perchè svolgevano attività abusiva di parcheggiatore o guardamacchine, destinatarie di sanzioni amministrative pari a 4.000 euro complessivi. Gli uomini dell’Arma hanno sequestrato la somma di 700 euro ritenuta essere provento dell’illecita attività. Nel corso dei controlli quattro persone sono state deferite in  stato di libertà per guida senza patente; sono state elevate 35 sanzioni al codice della strada  di cui 13 per mancato uso del casco, 8 per mancata copertura assicurativa, 3 perchè sprovvisti di documenti, 2 per divieto di sosta, 2 per guida senza cinture di sicurezza, ed infine sono stati sequestrati 25 tra auto e motoveicoli. Sono state elevate sanzioni amministrative per un totatel di 17.000 euro. Un fine settimana all’insegna della legalità, e visti i risultati si può ben comprendere quanto ancora si è lontani dalla civiltà e dal rispetto per la vita propria ed altrui.

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento