Arzano, una fiaccolata per Ciro Ascione 16enne trovato morto vicino ai binari della stazione di Casoria. Tutte le piste al vaglio degli inquirenti

Arzano, una fiaccolata per Ciro Ascione 16enne trovato morto vicino ai binari della stazione di Casoria. Tutte le piste al vaglio degli inquirenti

Arzano (NA) – E’ prevista per questa sera alle ore 21 con partenza da piazza Cimmino, una fiaccolata per Ciro Ascione, il 16enne trovato morto vicino ai binari della stazione di Casoria. Una comunità sotto choc, quella arzanese, incredula per quanto accaduto Del ragazzo non si avevano notizie da sabato sera, da quando cioè con una telefonata aveva avvisato la mamma che stava per prendere la metropolitana alla stazione Toledo di Napoli per giungere alla stazione centrale e prendere il treno delle 21.25  per Caserta che lo avrebbe poi fermato a Casoria dove ad attenderlo ci sarebbero stati i genitori. Ma Ciro da quel treno non è mai sceso, così immediatamente è scattato l’allarme ed oltre alla denuncia per la scomparsa i genitori si sono rivolta anche alla trasmissione “Chi l’ha visto?” sperando in qualche avvistamento. Invece questa ennesima scomparsa è terminata nel peggiore dei modi, con il ritrovamento del corpo verso le 17 di ieri pomeriggio. La Procura di Napoli Nord che segue il caso, non esclude nessuna ipotesi, anche se quelle più caldeggiate potrebbero essere quella di un incidente o quella di un’omicidio. Si esclude l’ipotesi di suicidio, anche da parte della famiglia così come hanno dichiarato ai microfoni di “Chi l’ha visto?”, descrivendo Ciro come un ragazzo tranquillo e per bene, che amava la vita e che non aveva mai dato problemi. Al momento non vi è nessun testimone, pare che nessuno abbia visto o sentito qualcosa. Eppure un giovane 16enne ha perso la vita, e ciò che balena nella mente delle persone è che dietro tutto ciò possa esserci uno scherzo di cattivo gusto fatto da altrettanti adolescenti. Non si esclude inoltre anche la probabilità che l’incidente di Ciro possa essere la conseguenza di una rapina finita male messa in atto da qualche baby gang. Al momento l’unica cosa certa è che un giovane ragazzo non c’è più, e la sua prematura e incomprensibile scomparsa è difficile da accettare. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento