Benevento, sequestro piatti tossici. LA TIM srl precisa di essere estranea ai fatti poichè i prodotti sequestrati non sono a marchio TIM

Benevento, sequestro piatti tossici. LA TIM srl precisa di essere estranea ai fatti poichè i prodotti sequestrati non sono a marchio TIM

Benevento – La TIM S.r.l., industria di prodotti monouso destinati al contatto alimentare con sede in Benevento alla Z.I. Pezzapiana, in riferimento alla notizia apparsa su varie testate giornalistiche e portali web relativa ad un sequestro di oltre 50.000 piatti in plastica “tossici” prodotti da un’azienda del Beneventano che li realizzava con sostanze coloranti non conformi alla legge e altamente nocive per le persone”, precisa di essere totalmente estranea all’accaduto e che tale sequestro non riguarda prodotti realizzati dall’Azienda “TIM”, che ha sempre operato nel rispetto della normativa di settore realizzando prodotti conformi ai migliori standard della scienza e della tecnica. La precisazione è necessaria per tutelare l’immagine e l’affidamento commerciale della TIM S.r.l., poiché il generico riferimento contenuto nei vari articoli ad “un’azienda del Beneventano” è suscettibile di ingenerare confusione nel pubblico dei consumatori potendo far insorgere l’erroneo ed infondato convincimento che i piatti asseritamente “tossici” oggetto di sequestro possano essere a marchio “TIM”.

Redazione

Lascia il tuo commento