Grumo Nevano, “Ho combattuto per riabbracciare i miei cari e la mia piccolina”. Maria, la giovane mamma colpita da Meningite, scrive una lettera per ringraziare tutti per l’affetto dimostratole

Grumo Nevano, “Ho combattuto per riabbracciare i miei cari e la mia piccolina”. Maria, la giovane mamma colpita da Meningite, scrive una lettera per ringraziare tutti per l’affetto dimostratole

Grumo Nevano (NA) – Dopo aver seguito passo dopo passo, la triste vicenda che ha colpito Maria, la giovane mamma grumese colpita da Meningite di tipo C; siamo lieti di pubblicare la lettera che lei stessa ci ha inviato per ringraziare quanti sono stati vicino, anche solo col pensiero ed una preghiera; a lei ed alla sua famiglia. 

Cari concittadini e non, 

Vi scrivo questa breve lettera per ringraziarvi di tutto l’affetto e la vicinanza che avete dimostrato alla mia famiglia e a me.  Sono stati giorni bui, pieni di paura e preoccupazioni. Giorni in cui ho combattuto con tutta me stessa per poter ritornare ad abbracciare i mie cari e sopratutto la mia piccolina. Ed ora che finalmente quel maledetto incubo è finito, ne approfitto per ringraziarvi. Per ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicini. Che hanno tanto pregato per me e che si sono tanto preoccupati. Anche se non posso nascondere quel pizzico di “amaro” che mi hanno lasciato alcune frasi e sopratutto alcuni atteggiamenti di persone che sarebbero dovuti essere vicini in primis alla mia famiglia e poi a me.  Alcuni miei parenti sono stati trattati da “appestati”.  A mio padre è stato negato un caffè in vetro, per paura di un contagio.  Di episodi come questi ce ne sono stati tanti, troppi direi. Ma nonostante ciò il vostro affetto, le vostre preghiere, il vostro calore è stato più forte di ogni discriminazione, ed io ve ne sarò eternamente grata.  Siete stati per noi un conforto, una grande famiglia. Ed io mai avrei immaginato di ricevere tutto questo amore. Siete stati meravigliosi. Vi abbraccio forte e vi porto nel mio cuore.   

Maria

Lascia il tuo commento