Napoli, emergenza spaccio. Sottoposto ai domiciliari vendeva stupefacente da smerciare fuori le scuole

Napoli, emergenza spaccio. Sottoposto ai domiciliari vendeva stupefacente da smerciare fuori le scuole

Napoli – In violazione agli obblighi della misura cautelare a cui era sottoposto, Giuseppe Fuiano, pregiudicato di 34 anni, era solito ricevere, sul suo cellullare, ordinativi di droga da smerciare davanti agli istituti scolastici. A scoprire l’illecita attività del 34enne, e ad arrestarlo sono stati gli agenti del Commissariato di Polizia “San Carlo Arena” che, stamane, hanno fatto irruzione nella sua abitazione in Via Calata Capodichino. Nel corso di una perquisizione domiciliare, infatti, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato, in un armadio della camera da letto, 12 confezioni in cellophane, contenenti hashish, utili per il confezionamento di circa 40 dosi. All’interno di un borsello, inoltre, è stata sequestrata la somma in contanti di 11.045,00 euro, suddivisa in banconote di vario taglio. I poliziotti hanno anche rinvenuto uno smartphone, contenente due sim card, e mentre era in corso la perquisizione, sono giunte due telefonate in cui gli acquirenti hanno chiesto al 34enne di portare dosi di droga fuori a due diversi istituti scolastici. Inevitabile quindi è stato l’arresto di Fuiano, responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, che è stato condotto dagli agenti alla Casa Circondariale di Poggioreale.     

Giovanna Scarano