Coronavirus, non le fanno il tampone e muore a 55 anni. La denuncia della cognata

Coronavirus, non le fanno il tampone e muore a 55 anni. La denuncia della cognata

Napoli – Quando ci dicono di restare a casa, dobbiamo farlo, non solo per evitare di essere contagiati, ma perché se malauguratamente dovessimo risultare positivi avremmo un’alta probabilità di morire. Perché? Perché la mala sanità che fino ad ora ha regnato indisturbata, continua a farla da padrone. Anni di clientelismo hanno ridotto il nostro SSN all’osso: non vi sono abbastanza strutture, macchinari e medici, e il risultato è una sanità fantasma. La storia che leggerete ha dell’assurdo, eppure è successo e purtroppo potrebbe non essere un caso isolato. Vi invitiamo a leggere e a diffondere il post pubblicato su Facebook, affinché davvero tutto ciò non accada più, affinché noi contribuenti possiamo beneficiare di ciò di cui abbiamo pieno diritto.

Giovanna Scarano