Grumo Nevano, bengalese accerchiato, picchiato con mazze e derubato di 900 euro. Due arresti

Grumo Nevano, bengalese accerchiato, picchiato con mazze e derubato di 900 euro. Due arresti

Grumo Nevano (Na) – Passeggiava tranquillamente verso le 20 per le vie del centro, nei pressi di corso Cirillo, quando all’improvviso fu accerchiato da 5 connazionali che armati di machete e mazze lo colpirono ripetutamente per sottrargli i 900 euro che aveva con se. E’ la triste vicenda capitata ad un cittadino di origine bengalese il 16 Gennaio scorso.

La comunità bengalese a Grumo Nevano è molto sviluppata e lavora specialmente nel campo delle confezioni di vestiti. Anche la vittima di questo brutto episodio fa il sarto per vivere. Molto probabilmente la rapina è frutto di un piano predeterminato. All’interno della comunità bengalese infatti, tutti sanno il lavoro che svolge il proprio connazionale e specialmente tutti sanno il “giorno di paga”. I 5 malviventi dunque ben sapevano che la vittima esattamente quel giorno aveva con se il frutto del proprio duro lavoro. Dopo averla pedinata è scattato dunque l’agguato. A seguito dell’episodio sono partite subito le indagini dei carabinieri della locale stazione, agli ordini del Luogotenente Giuseppe Garozzo, che oggi hanno arrestato per rapina, porto di strumenti atti ad offendere e lesione personale due cittadini di 38 e 41 anni, entrambi di origine bengalese, a seguito di un provvedimento emesso dal tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura della Repubblica. Le indagini dei carabinieri, si sono incentrate sulle immagini dei sistemi di videosorveglianza che hanno permesso di individuare i due malviventi. Sono in corso indagini per identificare gli altri 3 complici. I due uomini sono stati sottoposti ai domiciliari ed hanno il braccialetto elettronico.

Giovanna Scarano