Napoli, poliziotto salva malato di Alzheimer

Napoli, poliziotto salva malato di Alzheimer

L’anziano vagava da solo tra le strade di Pianura. Senza rendersene conto si era allontanato da una casa di cura. Il poliziotto ha capito subito della difficoltà dell’uomo ed è intervenuto.

anzianoNapoli – Nella tarda serata di ieri la salvezza di un 65enne , affetto dalla malattia di Alzheimer, è stata quella di aver incontrato sulla sua strada un angelo con la divisa da Assistente della Polizia di Stato. 

Erano circa le 23,00 di ieri sera, quando un giovane poliziotto stava percorrendo le strade del quartiere Pianura, per far rientro a casa, dopo aver svolto il suo turno di servizio al Commissariato di Polizia “Scampia”, quando la sua attenzione è stata attratta da un uomo che vagava in Via Cappelli, vestito solo da un pigiama e calzante delle pantofole.

In considerazione dell’ora tarda e, soprattutto avendo notato che lo stesso non aveva un’andatura regolare, in quanto camminava in maniera molto rallentata e tremante, il poliziotto si è avvicinato chiedendo se avesse bisogno d’aiuto.

L’uomo, in maniera molto confusionale, riferiva d’essere andato a comprare le sigarette, ma il poliziotto conoscendo bene la zona e sapendo soprattutto che nelle vicinanze non vi era alcun tabaccaio, ha insistito per farsi mostrare le sigarette che aveva comprato.

A tal punto, lo sconosciuto diceva frasi molto confuse, senza alcun filo logico, motivo per il quale l’agente, sapendo che di lì a poche centinaia di metri vi fosse una casa di cura, lo ha convinto a salire in auto.

Appena è giunto presso la struttura sanitaria, il poliziotto ha provveduto a contattare il titolare che, presentatosi al cancello, con grande stupore ha riconosciuto nel 65enne uno degli ospiti della casa di cura.

Il 65enne, con molta probabilità, approfittando che tutto il personale era impegnato con altri degenti, era riuscito a scavalcare il cancello in ferro posto a protezione del perimetro della struttura, allontanandosi così dalla casa di cura.

Redazione

Lascia il tuo commento