Giallo di Licola. Forse si tratta di suicidio. La bambina è con gli americani

Giallo di Licola. Forse si tratta di suicidio. La bambina è con gli americani

giallo licolaLicola (NA ) – Forse ha una soluzione il giallo di Licola. Dai primi esami eseguiti sul cadavere della donna e dall’esame della scena del delitto sembra che gli inquirenti si stiano orientando verso l’ipotesi del suicidio. Ipotesi sostenuta fin dall’inizio dal marito , il 26 enne  Christopher Alexander Torres. I primi elementi della perizia medico legale infatti sembrano scagionare del tutto l’uomo. La giovane americana reca segni di un proiettile entrato dal sopracciglio destro. Oltre a questo particolare a rafforzare l’ipotesi del suicidio c’è anche la posizione della mano destra rimasta chiusa come se avesse stretto un oggetto; forse proprio la pistola come avrebbe raccontato il marito. Quest’ultimo particolare coinciderebbe con la dichiarazione dell’uomo secondo il quale dopo aver trovato la moglie morta le avrebbe sfilato di mano la pistola per suicidarsi. Tentativo non riuscito perché era scarica. Risolto intanto il giallo della sparizione della bambina. La piccola di cui il 26 enne non è il padre naturale è stata affidata ai militari della Nato, suoi colleghi. La polizia continua le indagini perchè se è vero che sembra plausibile l’ipotesi del suicidio, non è ancora chiaro come un banale litigio di ieri pomeriggio abbia potuto spingere la donna al gesto estremo. Da chiarire infine la presenza nella villetta della pistola Beretta 6,35 risultata rubata a Mercato San Severino nel 2006.

Giovanna Scarano

Post Comment