Da Caivano a Caserta per vendere cocaina. Incastrati dalle intercettazioni telefoniche

Da Caivano a Caserta per vendere cocaina. Incastrati dalle intercettazioni telefoniche

Marcianise (CE) – Nonostante avessero cercato di camuffare l’attività di spaccio con parole non direttamente riconducibili, dopo due anni di attività investigativa sono scattati i ferri ai polsi per B. F. 38enne e A. E. 24enne entrambi di Caivano. Il provvedimento cautelare giunge al termine di un’articolata attività investigativa diretta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, svolta attraverso intercettazioni telefoniche che hanno permesso di capire, il modus operandi dei due nel periodo tra ottobre – novembre 2015. Gli acquirenti ordinavano la droga telefonicamente, indicandola “film, materiale edile, magliette”, mentre i pusher definivano la somma da corrispondere con il termine “documenti”; dopodichè la consegna della cocaina avveniva quasi quotidianamente nei comuni di Caserta e Casagiove. Per i due arrestati, dopo aver espletato le formalità di rito il Gip ha stabilito la custodia cautelare in carcere. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento