Sessa Aurunca, sgominate due bande dedite allo spaccio di stupefacenti. 37 gli arrestati in tre anni di indagine

Sessa Aurunca (CE) – I militari della Stazione dei carabinieri di Sessa Aurunca, coadiuvati dal personale dei locali comandi dei carabinieri, hanno dato esecuzione a 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli, su  richiesta della locale Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di altrettanti soggetti indagati per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso a Napoli, Giugliano e Sollicciano (FI). Ad essere finiti con i ferri ai polsi sono, Anthony Osagie  tradotto presso la casa circondariale di Secondigliano (NA), Vitus Umeakanne anch’egli nigeriano tradotto presso la casa circondariele di Poggioreale (NA), Tarek Ajili tunisino tradotto presso la casa circondariale di Sollicciano (FI), e Vera Pecchillo napoletana sottoposta agli arresti domiciliari a Giugliano. L’articolata attività d’indagine, condotta tra il 2014 e il 2017 dai militari della Stazione Carabinieri di Sessa Aurunca (CE) attraverso attività tecniche di intercettazione e servizi di osservazione, pedinamento e controlli, coordinata dal P.M. della DDA di Napoli Dott.ssa Ilaria Sasso del Verme e dal Procuratore aggiunto di Napoli dott. Giuseppe Borrelli, ha permesso di giungere alla completa disarticolazione di due distinte associazioni a delinquere – una composta da tunisini e l’altra da nigeriani – finalizzate all’introduzione nel territorio nazionale di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti quali eroina e cocaina acquistati all’estero, in particolare in Olanda, importati e distribuiti in diverse regioni italiane (Campania, Lazio, Liguria, Umbria e Toscana) tramite corrieri che la ingerivano confezionata in ovuli oppure la trasportavano all’interno di autoveicoli, in vani appositamente ricavati.Nel corso delle indagini, di cui l’attività odierna è la fase conclusiva, sono state arrestate 37 persone, sequestrati circa 5 Kg di eroina, 100 gr. di cocaina ed oltre 9.000,00 euro in contanti provento dell’attività di spaccio.

Redazione

Lascia il tuo commento