Casagiove, investì due minori e non prestò soccorso. Arrestato dopo due mesi di intense indagini

Casagiove, investì due minori e non prestò soccorso. Arrestato dopo due mesi di intense indagini

Casagiove (CE) – Investi due minori percorrendo una strada contromano. Scappò senza prestare soccorso, nascondendosi presso l’abitazione romana di alcuni parenti. Stanato, è stato tratto in arresto. Si tratta di Rocco Abbrazzese 23enne di Casagiove, conducente di un autocaravan che lo scorso 30 agosto procedendo contromano in via Mazzocca investì due ragazzi minori in sella ad uno scooter Piaggio Vespa 50. Dato il forte impatto, i due minori caddero a terra, e per uno in particolare viste le gravi condizioni di salute, fu necessario un intervento chirurgico presso l’ospedale di Caserta dov’è tutt’ora ricoverato a causa del grave quadro clinico. Abbrazzese, seppur non avesse mai conseguito la patente, era alla guida del veicolo che abbandonò dopo aver investito i due giovani. Immediatamente scappò via facendo perdere le sue tracce, trasferendosi presso alcuni parenti a Roma, con la speranza di sfuggire all’arresto. Pur di assicurarsi di farla franca, Rocco Abbrazzese, anche mediante i familiari rimasti a Casagiove; minacciava le persone testimoni dell’incidente. Nonostante tutte le accortenze per scampare all’arresto, a seguito delle indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, i carabinieri della stazione di Casagiove (CE) hanno dato esecuzione al decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti del 23enne , ritenuto responsabile di lesioni personali stradali gravissime pluriaggravate, con omissione di soccorso. A seguito dell’udienza di convalida del fermo, il 2 novembre è stata applicata all’indagato la misura cautelare del carcere per il delitto di lesioni gravissime stradali nonché per il delitto di minaccia diretta a commettere un delitto. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento