Parete, duplice omicidio dei coniugi Afratellanza. Il figlio Graziano è l’assassino

Parete, duplice omicidio dei coniugi Afratellanza. Il figlio Graziano è l’assassino

Parete (CE) – E’ stato individuato dopo poche ore dalla fuga, a compiere il duplice omicidio nelle prime ore di stamattina è stato Graziano Afratellanza, 40enne figlio della coppia di coniugi uccisi mentre ancora dormivano. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo che pare soffrisse di disturbi psichici e che in passato ha tentato anche il suicidio, la scorsa notte con un coltello avente una lama lunga 14-15 centimetri, senza destare sospetti poichè era viveva nell’appartamento con i genitori, è entrato nella loro camera da letto e li ha sgozzati. Dopo aver ucciso entrambi i genitori, il 40enne  si è allontanato a bordo della sua auto, ma è stato trovato dopo qualche ora dall’inizio delle indagini dai carabinieri della stazione di Cancello Arnone. Nella fuga, si presume che abbia buttato il coltello ancora sporco di sangue, a pochi chilometri dall’abitazione dei genitori, fornendo inoltre così un ipotetico indizio del percorso che avrebbe fatto per scappare. A ritrovare i corpi senza vita di Francesco Afratellanza e Antonietta Della Gatta, rispettivamente di 82 e 78 anni, è stata la nuora, che probabilmente non vedendo uscire i due anziani si è insospettita e si è recata nella loro abitazione. A quel punto la donna ha subito lanciato l’allarme, e le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord hanno fatto si che i carabinieri del reparto territoriale di Aversa, unitamente ai colleghi della compagnia di Casal di Principe dessero esecuzione al decreto di fermo nei confronti del figlio della coppia. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento