Afragola, traffico di cuccioli dall’Ungheria. Sequestrati 53 cani di razza. Guarda il video

Afragola, traffico di cuccioli dall’Ungheria. Sequestrati 53 cani di razza. Guarda il video

Afragola (NA) – Il Natale è alle porte e come è consuetudine, anche quest’anno molti, si tolgono lo sfizio di avere un cane di razza,ignorando egoisticamente tutta la filiera del maltrattamento e violenza che vi è dietro. Tanti sono gli appelli fatti affinché i cani non vengano comprati perché la maggior parte dei cuccioli vengono importati clandestinamente ed in barba a tutte le norme che tutelano la loro salute, ma questo particolare non è rilevante come lo sfizio o l’esigenza di accontentare il capriccio di un bambino. Ebbene, altre 53 vite sono state salvate grazie ai militari dell’Arma della stazione di Crispano a seguito di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord. Nel comune di Afragola 53 cuccioli di cane di varie razze, provenienti dall’Ungheria, sono stati trovati all’interno di un furgone pronti per essere messi in bella mostra nelle vetrine dei negozi per animali nella provincia nord di Napoli. Stando ai primi accertamenti i cuccioli hanno un’età inferiore a quella stabilita per l’importazione, ed inoltre alcuni, a causa delle inadeguate modalità di trasporto e detenzione, sono anche in precarie condizioni di salute. Spesso accade che per soddisfare la richiesta di chi crede che l’amore vada comprato e non adottato, i cuccioli vengono allontanati troppo presto dalle mamme – fattrici, causando così gravi problemi alla lo salute. Se a questo poi si aggiunge lo stress di lunghi viaggi in ambienti poco igienici per degli esseri viventi indifesi e senza anticorpi, allora la morte è servita su un piatto d’argento. Questo sequestro si inserisce in una più ampia attività di indagine, che si occupa dei reati ai danni degli animali ;nei confronti  di diverse persone, anche titolari di attività commerciali per la vendita di animali, a carico delle quali si procede per i reati di maltrattamento di animali e traffico illegale di animali da compagnia. I cuccioli sequestrati sono stati affidati ad un rifugio, mentre quelli bisognosi di cure sono stati affidati ad una struttura veterinaria idonea. Una vita non si compra, l’amore non si compra. Una scelta saggia, soprattutto educativa verso le nuove generazioni, è donare il proprio amore incondizionatamente adottando chi per colpa della stupidità e cattiveria umana vive rinchiuso nella cella di un canile. 

Giovanna Scarano