Casandrino, lontano dall’essere un comune virtuoso per la raccolta differenziata. Chianese: scelte politiche scellerate

Casandrino, lontano dall’essere un comune virtuoso per la raccolta differenziata. Chianese: scelte politiche scellerate

Casandrino (NA) – Gli ultimi giorni dell’anno ed i primi del nuovo, sono dedicati alla riflessione ed ai buoni propositi. E’ inevitabile quindi guardarsi attorno e tirare le somme per poter poi migliorare e crescere. Ed è quanto ha fatto Angelo Chianese, ex consigliere comunale e capogruppo di “Cambiamo per un nuovo inizio”. “Non possiamo più permetterci di essere fanalino di cosa nella raccolta differenziata (nel 2015 il 36% e nel 2016 con il 36%) siamo 86esimi su 92 comuni dell’intera provincia di Napoli – ha dichiarato Chianese – Lo dicono i dati ufficiali, pubblicati sul BURC n.93 del 27/12/17, a cura dell’Osservatorio regionale Rifiuti della regione Campania. Per il 2017 le cose non vanno meglio. Probabilmente -aggiunge – ci attesteremo intorno al 40. Questo dato penalizza fortemente i cittadini virtuosi e porta il costo del servizio a livelli altissimi a causa di scellerate scelte politiche. Bisognerà profondere il massimo impegno per aumentare in maniera significativa e spinta la raccolta differenziata dei rifiuti per arrivare, in tempi ragionevoli, al 65% previsto dalla vigente legge in materia. Per fare ciò vi è bisogno che la prossima amministrazione abbia il prioritario impegno di incalzare quotidianamente i responsabili della ditta che svolgerà il servizio, di sensibilizzare i cittadini sull’importanza della differenziata e di sanzionare significativamente, attraverso la polizia locale, coloro che sversano ogni tipo di rifiuto in barba al calendario della differenziata pregiudicando, di fatto, la buona riuscita della stessa” conclude. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento