Casandrino, lotta al sacchetto selvaggio. Controlli della polizia municipale. Scoperti 20 trasgressori puniti con sanzioni pecunarie

Casandrino, lotta al sacchetto selvaggio. Controlli della polizia municipale. Scoperti 20 trasgressori puniti con sanzioni pecunarie

Casandrino (NA) – A seguito dell’ordinanza commissariale del 23 dicembre scorso in cui si vieta l’utilizzo dei sacchetti neri per la spazzatura, stamane gli uomini della polizia municipale coordinati dal comandante Giovanni Migliaccio unitamente agli operatori ecologici, hanno posto in essere un servizio di controllo contro lo sversamento selvaggio dei rifiuti e contro l’utilizzo improprio dei sacchetti. L’area interessata è quella tra via Borsellino e via Falcone, dove sono stati rinvenuti diversi sacchi neri, e grazie all’ausilio degli uomini del consorzio C.I.T.E. che si occupano della raccolta dei rifiuti, sono riusciti a risalire anche ai trasgressori, che pensando di rimanere impuniti hanno abbandonato lungo la strada la spazzatura generando così nel tempo degrado e forte pericolo per i cittadini. Difatti, a seguito dell’apertura dei sacchetti, è stato possibile individuare ben 20 responsabili, tra questi la maggior parte sono residenti a Casandrino, altri “inquinatori” sono residenti nei comuni di Giugliano, Melito e Somma Vesuviana. Tutti sono quindi, destinatari di una sanzione amministrativa che va dai 25 ai 250 euro. Un lavoro di controllo del territorio, quello messo in atto dai caschi bianchi di Casandrino, che va avanti da diversi mesi, mediante l’ausilio di diverse telecamere posizionate in più punti del paese, con lo scopo di punire i trasgressori ed assicurare ai cittadini virtuosi un ottima riuscita della raccolta differenziata. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento