Napoli, è morto il maresciallo dei carabinieri che si è sparato alla testa. Il folle gesto ieri mattina presso il Tribunale di Napoli

Napoli, è morto il maresciallo dei carabinieri che si è sparato alla testa. Il folle gesto ieri mattina presso il Tribunale di Napoli

Napoli – Non ce l’ha fatta il maresciallo che ieri mattina si è sparato alla testa con la pistola d’ordinanza. L’uomo di 45 anni, abitava in provincia di Caserta con la moglie e la figlia piccola, e pare che il motivo di questo folle gesto sia da ricercare proprio in ambito familiare. La tragedia è avvenuta al 29esimo piano della Torre A del palazzo di giustizia, dove un maresciallo dei carabinieri prestava servizio presso il reparto servizi magistratura del Tribunale di Napoli. L’uomo probabilmente approfittando di un momento di solitudine; ha compiuto il gesto estremo. Trasportato con l’elicottero presso l’ospedale Cardarelli, è giunto in gravi condizioni ed è deceduto poco dopo. 

Redazione

Lascia il tuo commento