Grumo Nevano, giovane mamma colpita da meningite. Dopo calvario in tre ospedali è ricoverata al Cotugno. Paura e psicosi in paese

Grumo Nevano, giovane mamma colpita da meningite. Dopo calvario in tre ospedali è ricoverata al Cotugno. Paura e psicosi in paese

Grumo Nevano  (NA) – Dopo un lungo vociferare in paese, la notizia che una giovane mamma 21enne, M.I., è stata colpita dal batterio  Neisseria di tipo C, è stata divulgata in lungo e largo. La donna è affetta da meningite di tipo C. Il calvario ha avuto inizio sabato sera, quando alla 21enne è comparsa la febbre alta ed a causa dei continui svenimenti è stata trasportata dai familiari presso il vicino ospedale di Aversa. Dopo un’odissea durata per ore,  solo nella notte tra domenica e lunedì la giovane è arrivata all’ospedale Cotugno dove è stata ricoverata e pare che sia in grave condizioni. Stando a quanto si racconta, la giovane è stata trasportata dapprima all’ospedale Moscati di Aversa, dove i medici avrebbero valutato le aree emorragiche comparse sulle mani e sui piedi come un problema vascolare. Da lì poi il consulto presso l’ospedale di Caserta, successivamente al Cardarelli dove i sanitari, probabilmente essendosi resi conto  della gravità della situazione l’avrebbero indirizzata al Cotugno. Ricoverata d’urgenza la giovane è stata trasferita presso il reparto di rianimazione dove è tutt’ora ricoverata ed intubata, e si dovranno attendere almeno altre 48 ore per vedere se la terapia somministrata le sta apportando beneficio . Immediati sono stati i protocolli attuati per la profilassi antibiotica somministrata ai familiari, anche se in paese c’è grande fermento poichè la giovane mamma ha una bimba che frequenta la scuola dell’infanzia presso il Circolo Didattico Giovanni Pascoli. Sebbene, non tutti gli alunni sono stati a contatto con lei; è inevitabile che la psicosi e la paura cresca tra i genitori, i quali sperano che a solo scopo precauzionale, in accordo con l’amministrazione grumese; venga fatta una disinfestazione del plesso centrale e delle aule dislocate in via Quintavalle. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento