Frignano, ucciso da un suo dipendente per 100 euro. Imprenditore freddato con due colpi alle spalle

Frignano, ucciso da un suo dipendente per 100 euro. Imprenditore freddato con due colpi alle spalle

Frignano (CE) – Ucciso perchè mancavano 100 euro nella busta contenete la paga. Questa pare sia la motivazione che avrebbe spinto Vito Recchimurzi, di 51 anni a premere il grilletto contro Nicola Sabatino imprenditore 55enne, nonchè suo datore di lavoro. Sabatino era titolare di una ditta di autotrasporti, e stando ad una prima ricostruzione dei fatti, pare che si sarebbe recato a casa del suo dipendente per consegnargli la busta contenente i soldi per la retribuzione. MA a quanto pare all’interno non vi era tutta la cifra pattuita e mancavano 100 euro. A quel punto, forse a seguito di una lite, quando Sabatino stava per andare via Recchimurzi ha preso la pistola e gli ha sparato due colpi alle spalle. Il 55enne è morto sul colpo, ed il suo cadavere, all’arrivo degli agenti, è stato trovato sul pianerottolo. Mentre il dipendente, è stato bloccato dalla polizia e tratto in arresto. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento