Napoli, è morta la guardia giurata aggredita alla stazione della metropolitana di Piscinola. Alviti “tante denunce ma nessuno ci ascolta”

Napoli, è morta la guardia giurata aggredita alla stazione della metropolitana di Piscinola.  Alviti “tante denunce ma nessuno ci ascolta”

Napoli – Dopo due settimane dall’aggressione avvenuta alla stazione della metropolitana di Piscinola, alle prime luci dell’alba di questa mattina, la guardia giurata Franco Della Corte è deceduto. Purtroppo non ce l’la fatta, non ha retto ai colpi della violenta aggressione. Franco era ricoverato all’ospedale Cardarelli di Napoli, in sala rianimazione. I medici hanno fatto di tutto per ristabilirlo e per salvargli la vita, sottoponendolo ad un delicatissimo intervento chirurgico. Ma la ferocia dei colpi inferti, gli avevano provocato gravi danni alla testa. La guardia giurata era di servizio presso la stazione della metro di Piscinola, quando nella notte tra il 2 e 3 marzo scorso, qualcuno di spalle lo colpì violentemente alla testa, lasciandolo a terra agonizzante. L’uomo fu trovato solo il sabato mattina presto da un collega, che immediatamente allertò i soccorsi e lo trasferirono all’ospedale Cardarelli. La notizia ha lasciato tutti senza parole, poiché nessuno voleva che ci fosse un epilogo così tragico. Anche lo stesso Giuseppe Alviti, presidente Nazionale GPG è sconvolto. “Ne ho fatto di necrologi, e spero di non farne più – ha dichiarato – tante sono le denunce ma non cambia mai nulla”. Queste le parole di chi da anni, lotta e combatte affinché qualcosa cambi e anche la categoria delle Guardie Particolari Giurate sia tutelata.

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento