Pozzuoli, scandalo preti gay. Mangiacapra in Curia con nuove rivelazioni che inchioderebbero il giovane sacerdote fan di Laura Pausini

Pozzuoli, scandalo preti gay. Mangiacapra in Curia con nuove rivelazioni che inchioderebbero il giovane sacerdote fan di Laura Pausini

Pozzuoli (NA) – Continua a far parlare di se Don V.L., il sacerdote puteolano coinvolto nello scandalo dei preti omosessuali menzionati dall’escort Francesco Mangiacapra nel dossier diffuso lo scorso Febbraio. Don V. è meglio conosciuto come il sacerdote che spiega il Vangelo con le canzoni di Laura Pausini. Ebbene, il giovane parroco, è stato accusato da Mangiacapra di aver avuto rapporti sessuali con ragazzi gay, il tutto però è documentato con chat e foto e dir poco raccapriccianti. Tutto ciò sebbene pare sia passato sottogamba da parte del Vescovo della Diocesi di Pozzuoli,  Gennaro Pascarella, che a quanto pare non ha nemmeno attuato il provvedimento della sospensione dall’esercizio del sacerdozio; non è affatto passato in secondo piano per la Curia di Napoli. Difatti, il faldone di oltre mille pagine fornito da Mangiacapra è stato ben spulciato dai prelati della Curia partenopea, i quali stanno valutando e vagliando di volta in volta con attendibili testimonianze le reali posizioni dei ministri di Dio.  E’ stato aperto quindi un procedimento penale ecclesiastico nei confronti del sacerdote fan della Pausini, nel corso del quale tra i tanti testimoni chiamati dalla stessa Curia, vi è stata anche la presentazione spontanea di Francesco Mangiacapra, il quale ha reso nuove dichiarazioni e fornito ulteriore materiale sul caso. Secondo vox populi, il giovane sacerdote, nonostante sotto i riflettori di un processo da parte della Curia, continua a svolgere le “mansioni” come ministro di Dio, differentemente da tanti altri sacerdoti, allontanati dalle proprie parrocchie. Ci si aspettava invece, una presa di posizione da Monsignor Pascarella, poichè dopo 5 mesi dalla diffusione del dossier nulla è cambiato. E’ giunto il momento che la Chiesa smuova le proprie acque ed agisca, che dia un segnale. Se questo sacerdote, non è stato sospeso, ma continua indisturbato a condurre la propria vita parrocchiale, allora è probabile che si cerchi di nascondere qualcosa, di insabbiare il tutto e andare avanti come se nulla fosse mai successo. 

Giovanna Scarano