Grumo Nevano, piazza Pasquale Miele: cittadini ostaggio delle baby gang

Grumo Nevano, piazza Pasquale Miele: cittadini ostaggio delle baby gang

Grumo Nevano (Na) – Nemmeno l’emergenza Covid è riuscita a fermare i gruppi di ragazzi che da mesi, scorrazzano nel piazzale antistante il comando di Polizia Municipale, ovvero Piazza Pasquale Miele. A partire dalle 16.30 del pomeriggio fino a tarda sera, gruppi di giovani affollano la piazza creando notevoli disagi per i residenti, con schiamazzi e rumori di macchine e ciclomotori. Questa situazione però, va avanti da diverso tempo, ossia da circa sei anni. Difatti i primi video di denuncia pubblicati in rete, risalgono al 2014, ma da allora sebbene ci sia stato anche un cambio generazionale all’interno dei gruppo di giovani; nulla è stato fatto dalle istituzioni.

Tante le denunce e le lamentele, da parte dei residenti, che in passato per alcuni di loro solo perché si sono esposti pubblicamente hanno subito ritorsioni come il furto o addirittura l’incendio dell’auto. “Sono anni che denuncio la questione – racconta un residente che per ovvi motivi non preferisce essere identificato – ma nessuno ci ascolta. Mi sono fatto portavoce di tutti i grumesi che risiedono tra via Maiello e Piazza Pasquale Miele; ho cercato di interloquire con le varie amministrazioni che negli anni si sono succedute, ma mai nessuna ci ha dato ascolto. Il neosindaco, dopo averlo contattato nel corso della sua passata amministrazione, si è fatto vivo solo durante la recente campagna elettorale dicendo che era sua intenzione spostare il comando di polizia municipale per sistemare in quei locali la guardia medica. Non capisco come questa possa essere una soluzione al problema che da anni viviamo. Il problema non è la polizia municipale o la guardia medica. Oltre ai continui schiamazzi, ci ritroviamo ogni mattina con le strade invase da bottiglie di birra ed alcool, dai residui di spinelli ed altro schifo che non sto qui a raccontare. Anche le forze dell’ordine – continua il cittadino – son state continuamente da me sollecitate, sia con continue telefonate sia con la mia presenza in caserma, ma non ho mai avuto alcun riscontro. Ci sentiamo totalmente abbandonati, nessuno ci aiuta. Nessuno che ascolta il nostro grido di dolore“.

Una situazione davvero assurda, visto che un primo passo da fare sarebbe senza dubbio quello di apporre delle telecamere di videosorveglianza. E’ vergognoso come dei cittadini, ormai da sei anni chiedono aiuto e nessuno li ascolta, nessun amministratore ha mai provato ad accogliere le loro richieste. Non esistono cittadini di serie A o serie B, tutti hanno il diritto di essere ascoltati e soprattutto di essere presi in considerazione. Lo scorso 29 Ottobre, quasi un anno fa, si verificò l’ennesima lite che vide coinvolti in una rissa dei giovani ed alcuni agenti della polizia locale. Ci sentiamo abbandonati da tutti – conclude un altro residente della zona – se nessuno ci aiuta saremmo costretti ad andare via da questa zona, e perché no magari anche da Grumo Nevano, nessuno ci tutela, pertanto non ha senso rischiare per chiedere semplicemente di vivere dignitosamente” conclude. Il problema di Piazza Pasquale Miele si fa sempre più serio ed è una bomba ad orologeria che va assolutamente disinnescata prima che possa verificarsi qualche episodio con conseguenze molto più gravi.

Giovanna Scarano