Napoli, nuovo successo per la Compagnia teatrale Mario Scarpetta

Napoli, nuovo successo per la Compagnia teatrale Mario Scarpetta

Sul palcoscenico del teatro Il Piccolo di Fuorigrotta il libero adattamento del regista Mimmo Cacciapuoti della commedia francese “Le pillole di Ercole”.

La compagnia Teatrale Mario Scarpetta
La compagnia Teatrale Mario Scarpetta

Napoli – La Compagnia Teatrale Mario Scarpetta è tornata a far sorridere, presentando lo scorso weekend (il  10-11-12 Maggio) sul palcoscenico del  Teatro Il Piccolo di Fuorigrotta la commedia in tre atti “Le pillole di Ercole”. Il regista, nonché attore protagonista, Mimmo Cacciapuoti ha permesso alla sua compagnia di far ridere a crepapelle un caloroso pubblico, per tre serate, attuando un libero adattamento della commedia “Le pillole di Ercole” di Hennequin e Bilhaud.

La trama – Nella Napoli d’inizio ‘900 il medico Raffaele Passalacqua (Mimmo Cacciapuoti) conduce una vita tranquilla, divisa tra i suoi folli pazienti e il fedelissimo amore per la sua mogliettina Angelina ( Laura Penza). Un giorno il suo amico collega Nicolino Cuccurullo (Angelo Signore) gli confessa di aver sperimentato su di lui una delle sue pillole d’Ercole, un preparato afrodisiaco, per  vincere una scommessa con gli amici. Gli effetti sconvolgenti della pastiglia avevano portato il fedele dottore a tradire inconsapevolmente la moglie con una sua paziente siciliana. Lo stesso giorno di questa confessione si presenta allo studio di Passalacqua  il marito “connuto”, Calogero Paternò di Palermo (Angelantonio Aversano) per consumare la propria vendetta. Questi svela al dottore di volersi vendicare andando a letto con la moglie ,restituendogli insomma le corna ricevute. La quiete vita di Raffaele sarà dunque presto sconvolta da una serie di intrighi, contrattempi e colpi di scena accompagnati da una sfilata di esilaranti personaggi (Mario De Santis, nel ruolo di portiere dell’albergo; Nunzia Burzio, nei panni di Lola d’Alma, accompagnatrice di Brambilla; Salvatore Gargiulo,delegato di P.S; Antonio Calvi, segretario del dottor Passalacqua;  Maria Raia,nelle vesti di Bianca Colomba, Massimo Aletto, cameriere) . La storia è infatti centrata sui tentativi maldestri dei due amici dottori di uscire da questa situazione imbarazzante. Passalacqua ingaggerà una donna, Claretta Biscottini (Carmela Clelia Ferrillo) disposta a recitare il ruolo della moglie e a soddisfare la vendetta del gelosissimo siciliano. Questa sarà sempre accompagnata dalla mamma Clotilde Biscottini (Clara Coppola).Ma i problemi non si risolveranno, anzi aumenteranno. Complicano il tutto l’ipotetico padre naturale della donna, il colonnello Ambrogio Brambilla (Stefano Gentile) e la vera signora Passalacqua, Angelina.

Una serie di equivoci che hanno fatto impazzire il pubblico, che però non è riuscito a trattenere le risate. Una comicità spontanea e coinvolgente, espressione di grande modestia e umiltà, è stata la chiave del successo dello spettacolo. Presenti in sala la famiglia Scarpetta, che da sempre segue la compagnia teatrale di Mimmo Cacciapuoti, e il  noto scrittore Pino Imperatore.

Mina Puca

Lascia il tuo commento