Auto senza assicurazioni. 80 automobilisti fermati in una sola notte

Auto senza assicurazioni. 80 automobilisti fermati in una sola notte

Movida napoletana sotto stretto controllo dei carabinieri. In una sola notte di controlli i militari hanno elevato sanzioni per circa 110 mila euro e scoperto ben 80 casi di persone che circolavano senza assicurazione.

19.05.2013_CC_MovidaNapoli –  Controlli delle forze dell’ordine senza sosta ieri sera durante la consueta movida napoletana.  I carabinieri della compagnia centro con i colleghi del nucleo radiomobile di napoli, del nucleo anti sofisticazioni e del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli hanno eseguito un servizio nella zona centrale della città . Nelle zone tra Piazza San Pasquale a Chiaia, Piazza Vittoria, Piazza Trieste e Trento e Piazza del Gesù i militari sono riusciti a ristabilire un barlume di legalità in una città lasciata senza ossigeno dalla politica e ritenuta dai più terra di nessuno. In una sola notte sono stati scoperti ed identificati ben 28 parcheggiatori abusivi che sono stati multati e fatti allontanare; pizzicati 80 automobilisti a bordo delle proprie auto che tranquillamente scorrazzavano per le vie della città senza assicurazione.  Nella zona di Monteoliveto e Piazza del Gesù, i controlli hanno interessato anche alcuni locali pubblici dove sono state accertate 19 violazioni, per un totale di oltre 22 mila euro di multe. Addirittura durante questi controlli i carabinieri hanno accertato che un locale pubblico, sebbene il titolare avesse volontariamente sospeso l’attività da circa un anno, continuava la vendita di cibi e bevande. Nella movida napoletana non poteva mancare di certo la presenza di sostanze stupefacenti; e cosi i carabinieri hanno segnalato alla prefettura quali consumatori di stupefacenti, 5 giovani del luogo che,  in distinti casi, sono stati trovati in possesso di marijuana e hashish per uso personale. Tutto secondo copione dunque; movida napoletana senza controllo e forze dell’ordine che dopo aver impegnato risorse ed energie si ritrovano il week-end successivo a dover ricominciare daccapo.

Francesca Del Prete 

 

Lascia il tuo commento