Sentenza pronunciata: Tutti condannati!

Sentenza pronunciata: Tutti condannati!

Il popolo ha dichiarato apertamente guerra ai vecchi professionisti della politica. Con le elezioni sono cominciate le epurazioni dei politici nazionali e fra pochi mesi  ci saranno anche quelle degli pseudo politici locali. Farsi da parte prima sarebbe scelta saggia ed intelligente! 

Le_cinque_giornate_di_Milano“Non si capisce più niente”. E’ quello che si sente dire in giro ovunque, tutti sono sbalorditi e spaesati. Sembra non esserci più punti di riferimento. Il Papa si dimette ed il governo nazionale non raggiunge una maggioranza tale da poter garantire la governabilità certa a sicura per i prossimi cinque anni. A questo punto quindi cosa si fa? Nulla purtroppo, e l’unica cosa che invece si pensa è “Non si capisce più niente”.  Ormai le persone sono destabilizzate e disorientate, non hanno più una guida religiosa, che per motivi molto ben più gravi della gracile situazione fisica; lo hanno portato ad abbandonare prima del tempo “La vigna del Signore” nelle vesti di Papa. La politica? I governatori? Coloro che dovrebbero risollevare le sorti del paese ed infondere certezze e tranquillità? Beh quelli in questi giorni non fanno altro che incutere timore.  Bersani, riuscito a conquistarsi Camera e Senato solo per pochissimi voti rispetto al “giaguaro” non può governare perché privo di maggioranza. L’unica cosa che gli resta da fare? Cercare la via per tendere una mano a Grillo o creare un unico grande calderone con il Pdl. Entrambi scelte antidemocratiche ed impopolari, soprattutto irrispettose verso i cittadini che hanno votato. Questo lo scenario che fa da cornice alle realtà locali, che ormai da anni si trovano quasi nella medesima situazione tranne poche eccezioni. Nei comuni governare è difficile e dopo la solita guerra elettorale tra coalizioni “tarocche” fatte solo per vincere contro il nemico, trascorsi due anni se tutto va bene; il popolo è chiamato di nuovo ad esprimersi per scegliere l’ennesimo sindaco.  Ma questa volta i vecchi furbi della politica devono stare molto attenti. La gente è stufa e li metterà all’angolo  Sarebbe meglio per i professionisti della (non)politica farsi da parte per evitare il tribunale popolare che li ha già condannati. 

Giovanna Scarano

Lascia il tuo commento